Antibiotici

Al giorno d’oggi l’e-commerce si è esteso fino ad arrivare al campo della medicina, rendendo possibile l’acquisto di medicinali online. Scopriamo quali sono i lati positivi e quelli negativi di questa novità.

Nel corso della vita, vi sarà capitato almeno una volta di non riuscire a trovare il medicinale desiderato nella vostra farmacia di fiducia, dovendolo ordinare e aspettare svariati giorni prima di poterlo finalmente acquistare. Sebbene i tempi di attesa degli ordini di medicinali siano abbastanza brevi, non c’è niente di male a cercare una soluzione alternativa, specialmente se avete bisogno di una cura per trattare un’infezione batterica.

In questo caso potreste tornare molto utile l’acquisto di antibiotici online, in modo da poterli ricevere subito a casa vostra senza dover necessariamente passare dalla farmacia.

Questo sistema inoltre vi permette di comprare gli antibiotici prescritti dal vostro medico anche se vi trovate all’estero e ne avete urgente bisogno.

I vantaggi dell’acquisto online di antibiotici

Comprare gli antibiotici tramite il web può avere diversi benefici, andiamo a vedere quali sono qui di seguito:

  • Gli antibiotici venduti online non necessitano di alcuna ricetta medica, quindi potrete scegliere liberamente quale acquistare. Si tratta di medicinali che possono curare lievi infezioni, acquistabili da farmacie autorizzate su internet.
  • Potrete acquistare il medicinale senza muovervi di casa, un gran vantaggio nel caso non abbiate il tempo di andare in Farmacia per via del lavoro o degli impegni familiari. Si tratta di un metodo molto apprezzato e che si rivela decisamente utile per persone anziane o con disabilità motorie.
  • Gli antibiotici venduti online sono prodotti generici e quindi meno costosi, pur garantendo gli stessi effetti dei medicinali di marca. Se state cercando di risparmiare e dovete curare un’infezione lieve, potete optare per questa soluzione. Le farmacie online autorizzate solitamente dispongono di pagine dedicate ai loro prodotti, dove spiegano quali sono le proprietà di un particolare antibiotico e per quali infezioni va usato.
  • Comprare online è molto semplice, non dovrete fare altro che inserire i vostri dati personali nell’apposito modulo del negozio e pagare usando la carta di credito. Solitamente le pagine web create per l’acquisto di medicinali online sono molto intuitive e semplici da navigare.
  • Molte farmacie online mettono a disposizione un servizio clienti rapido ed efficace, tramite il quale è possibile fare domande sul medicinale desiderato e ottenere chiarimenti dal farmacista di turno.

Gli svantaggi

Passiamo adesso ai lati negativi che risultano comunque di meno rispetto ai positivi:

  • Come già specificato, molti antibiotici venduti online senza ricetta sono indicati per infezioni lievi, quindi per quelle di grave entità sarà assolutamente necessario rivolgersi al medico per ottenere la ricetta e recarvi di persona (o mandare qualcuno) in una farmacia.
  • Dovrete comunque chiedere un parere al vostro medico di fiducia. Non è assolutamente consigliato comprare medicinali online senza conoscere il tipo di prodotto e soprattutto per cosa viene usato. Nei casi di infezioni persistenti e gravi alle vie respiratorie o dermatologiche, probabilmente il medico di base vi chiederà di effettuare dei test per capire esattamente qual è la causa della malattia. Questo perché non è sempre facile determinare la causa di infezioni batteriche attraverso una semplice visita medica.
  • Sarà necessario leggere attentamente la posologia, facendo particolare attenzione alla lista degli effetti collaterali e ai rischi per le persone allergiche, proprio come per i medicinali comprati in una normale farmacia.
  • Il mercato online dei farmaci presenta diversi rischi come truffe e addirittura la vendita di medicinali creati usando ingredienti potenzialmente dannosi per l’organismo umano. Diffidate quindi dai siti sospetti, in quanto potrebbero appartenere a farmacie online illegali. Il commercio online ha ovviamente attirato qualsiasi sorta di truffatore, anche quelli che non si fanno troppi scrupoli a vendere prodotti farmaceutici. 

Come comprare gli antibiotici online

In Italia il commercio di farmaci online è molto recente, ma una buona percentuale della popolazione ne usufruisce e ne è soddisfatta. Sempre più farmacie infatti stanno cercando di fornire questo servizio molto utile e che in alcuni paesi esiste già da molto tempo.

Prima di tutto vi consigliamo di dare un’occhiata ai vari siti di farmacie online, controllando se hanno una sede fisica, un numero di partita IVA e tutta una serie di informazioni utili per capire se si tratta di un rivenditore autorizzato, o di qualche sito creato per truffare gli utenti. Potete anche considerare di chiamare il numero di telefono (se presente) per chiedere informazioni direttamente al servizio clienti. Un modo sicuro è farsi consigliare da amici fidati o parenti che hanno già usufruito di questo servizio e conoscono farmacie online affidabili.

L’acquisto dei medicinali online, come di altri articoli, richiede una carta di credito prepagata che vi servirà per completare l’acquisto. Sono rari i casi di farmacie o negozi che accettano il pagamento in contanti alla consegna, anzi nel caso ci sia questa possibilità allora potrebbe trattarsi di una truffa. Prima del pagamento dovrete inserire anche i vostri dati personali come nome, cognome e indirizzo per la spedizione. Una volta completato l’acquisto vi verrà notificata la spedizione del medicinale che arriverà direttamente a casa vostra, entro qualche giorno. Dovreste inoltre ricevere informazioni sul pacco spedito e il codice di spedizione, così che possiate tracciarlo usando il sito delle poste italiane o quello del corriere incaricato.

Per cosa si usa l’antibiotico

L’antibiotico è un medicinale molto potente, usato per impedire la proliferazione di batteri nell’organismo. Parliamo però solo di batteri, infatti gli antibiotici sono completamente inutili contro i virus, per questo non è possibile curare la febbre o il raffreddore utilizzandoli. Nell’antichità, le proprietà antibatteriche venivano ricercate nelle piante e nella muffa, ma solo nel ventesimo secolo è stato trovato il modo di trovare il componente efficace ed estrapolarlo per avviare la creazione dei primi antibiotici.

Un antibiotico viene prescritto dal proprio medico dopo una visita e necessita di una ricetta da portare in farmacia per poterne giustificare l’acquisto. Nonostante questo, è possibile acquistare online quei pochi per i quali non è prevista alcuna ricetta, sebbene prima di procedere è bene consultare il vostro medico, che potrà indicarvi quello giusto per trattare l’infezione. Questo perché non tutti gli antibiotici sono uguali, ad esempio la penicillina si usa per curare infezioni dell’apparato respiratorio che possono derivare da una forte febbre o da virus particolari.

Usare l’antibiotico sbagliato non porta ad alcun risultato, se non quello di farvi rischiare i possibili effetti collaterali. Nel corso del tempo, inoltre, alcuni batteri hanno sviluppato una notevole resistenza ad alcune tipologie di antibiotici usati per combatterli, quindi la scienza medica è in perenne aggiornamento per trovare nuove soluzioni. La resistenza di un determinato batterio si sviluppa paradossalmente attraverso un abuso degli antibiotici, quindi utilizzandoli con un certo criterio ed evitando di chiederli al proprio dottore per curare infezioni virali, per i quali non sono necessari.

A tal proposito vogliamo ricordarvi che gli antibiotici possono portare reazioni allergiche, indigestione, dolori di stomaco, nausea e diarrea. Al verificarsi di questi effetti collaterali è bene contattare il medico di fiducia che potrebbe decidere di sospendere la cura. È possibile sviluppare allergie agli antibiotici che possono causare effetti di lieve entità come eruzioni cutanee, oppure portare a reazioni fatali come gonfiore della gola e problemi respiratori. Per questo se non avete mai assunto un antibiotico, è bene fare prima qualche test allergico, specialmente se soffrite di altre allergie.

Infine, le donne in stato di gravidanza possono assumere alcuni antibiotici, solo in casi strettamente necessari e per combattere patologie di natura non virale.

Come si assumono gli antibiotici

La posologia di un particolare antibiotico può variare in base alla sua tipologia, ma in generale l’assunzione avviene per via orale, salvo per le infezioni ossee o cardiache per le quali si suole optare per una somministrazione per via endovenosa. Ovviamente prima di usare l’antibiotico dovrete leggere con attenzione il foglietto illustrativo contenuto all’interno della confezione.

Varie tipologie di antibiotici

Come abbiamo specificato, diversi tipi di antibiotici curano diverse infezioni batteriche. Vediamo quali sono i più utilizzati:

  • Cefalosporine – questi antibiotici vengono usati per curare infezioni di vario tipo, comprese quelle di grave entità come la setticemia.
  • Amminoglucosidi – una classe di antibiotici molto potenti usati per curare malattie potenzialmente letali come il Colera, la pertosse, la salmonella, la febbre tifoide e la polmonite.
  • Macrolidi – vengono impiegati per contrastare le infezioni causate da allergie alle penicilline, così come quelle che coinvolgono l’apparato respiratorio.
  • Tetracicline – antibiotici usati per curare infezioni della pelle come l’Acne.
  • Penicilline – l’antibiotico più conosciuto si assume per combattere diverse infezioni batteriche, specialmente quelle delle vie urinarie, dell’apparato respiratorio e della pelle. La amoxicillina è particolarmente indicata per le donne in stato di gravidanza.

Fluorochinoloni – si tratta di antibiotici in disuso, in quanto possono produrre delle alterazioni del ritmo cardiaco in alcuni soggetti a rischio o che magari stanno assumendo altri medicinali. Allo stesso modo i fluorochinoloni sono sconsigliati a pazienti con bassi livelli di magnesio e potassio nel sangue. Per quanto riguarda gli effetti benefici, questi antibiotici si rivelano abbastanza versatili, in quanto usati per combattere diverse infezioni.